Amsterdam: cosa fare e cosa vedere in un weekend

Ti racconto il mio meraviglioso weekend ad Amsterdam, la città dei canali, delle luci, dei musei e del Red Light District.

Prendi tre amiche che hanno la stessa settimana di ferie e aggiungi tanta voglia di salire su un aereo e raggiungere una capitale europea. Il risultato? Una splendida vacanza “espresso” in una delle città più intriganti e affascinanti del Mondo.

Il meteo non promette bene, ma noi siamo elettrizzate all’idea di partire per questa nuova avventura e così, munite di ombrelli e giacche a vento, siamo pronte per la partenza!

Amsterdam ci appare subito come una città straordinaria, con le sue case alte e storte, le biciclette che sfrecciano a tutta velocità, i musei, i coffee shop e i caratteristici canali che fanno capolino ad ogni angolo.

Ci sentiamo attratte dalla magia che avvolge i canali, dagli artisti di strada che animano le vie principali e dall’atmosfera che si respira nelle piazze popolate da turisti e local.

Per visitare tutto quello che avrei voluto, mi sarebbe servito qualche giorno in più, perché la città pullula di cose da fare e da vedere. Ma se anche tu, come me, hai a disposizione un weekend, ecco i miei consigli su Amsterdam.

amsterdam cosa fare cosa vedere

Cosa vedere ad Amsterdam

I canali

Amsterdam è costituita da una reticolato di canali artificiali che formano un vero e proprio anello, detto GRACHTENGORDEL (cintura dei canali), i quali fanno parte del Patrimonio dell’Umanità dell’Unesco dal 2010. Questo anello è formato dai quattro principali canali della città:

amsterdam cosa fare cosa vedere

PRINSENGRACHT (Il canale dei principi), il più lungo ed esterno della città dedicato a Guglielmo il Taciturno. Lungo il suo corso troviamo la Noorderkerk (la Chiesa settentrionale), la casa di Anna Frank e la Westerkerk (la chiesa dell’ovest)

KEIZERSGRACHT (Il canale dell’Imperatore). Qui si trova l’Homomonument, il monumento dedicato agli omosessuali perseguitati, il FOAM (museo della fotografia) e il Museo Van Loon.

HERENGRACHT (il canale dei signori). Qui si affacciano alcuni degli edifici nobiliari più belli di Amsterdam, dove un tempo risiedevano i signori della città.

SINGEL (il canale più antico della città). Si tratta del canale più interno di tutti che un tempo fungeva da fossato per proteggere il centro città. Qui si tiene ogni giorno il Bloemenmarkt, il Mercato dei fiori galleggiante.

amsterdam cosa fare cosa vedere
amsterdam cosa fare cosa vedere

Piazza Dam

E’ il 1270. Amsterdam non è ancora la città moderna e progressista che è oggi, ma il suo porto si sta espandendo e le persone iniziano a stanziarsi intorno agli argini del fiume Amstel. Burrascose tempeste causano però terribili inondazioni, così si decide di erigere una grande diga (dam) per salvaguardare le abitazioni e proteggere gli abitanti.

Oggi, proprio nel punto in cui sorgeva la diga, si trova Piazza Dam, la piazza principale di Amsterdam, il cui nome significa letteralmente “diga sul fiume Amstel”.

Nucleo originario della città e cuore degli Amsterdammers, Piazza Dam è il punto in cui si incontrano due grandi arterie cittadine: Damrak (l’antico porto interno) e Rokin (un tempo conca portuale).

La piazza era il centro della vita politica commerciale, infatti ospitava un grande mercato del pesce ed era il luogo di carico e scarico delle merci.

Cosa vedere a Piazza Dam

Koninklijk Paleis (Palazzo Reale)

Costruito fra il 1648 e il 1665, nasce come Palazzo Municipale e viene poi convertito in Palazzo Reale durante il periodo napoleonico nel 1808. Oggi viene utilizzato dalla famiglia reale in occasioni solenni, quali ad esempio il ricevimento di capodanno e le visite di stato.

Informazioni Utili:
  • 📍 Nieuwezijds Voorburgwal 147, 1012 RJ Amsterdam, Paesi Bassi
  • 💰 7.50€
  • ⏰ Tutti i giorni dalle ore 10:00 alle ore 17:00.
  • Ⓜ️ Tram n° 13, 14, 17 | Autobus n° 170, 172, 174
  • 🌐 Sito Ufficiale
amsterdam cosa fare cosa vedere

Nieuwe Kerk (chiesa Nuova)

Risalente al 1404, oggi la chiesa non è più un edificio spirituale, ma è Chiesa Nazionale del Regno dei Paesi Bassi, ed è il luogo in cui si tengono tutte le incoronazioni dei monarchi olandesi, oltre a mostre d’arte e concerti.

Informazioni Utili:
  • 📍 Westermarkt 20, 1016 GV Amsterdam, Paesi Bassi
  • 💰 14€
  • ⏰  1/04 – 31/10: 9-22 | 1/11 -31/03: 9-19 – Sab. fino alle 21.
  • Ⓜ️ Tram n° 13, 14, 17 | Autobus n° 170, 172, 174
  • 🌐 Sito Ufficiale

Monumento Nazionale della Liberazione

Si tratta di un pilastro in travertino eretto nel 1956 per commemorare le vittime della Seconda Guerra Mondiale.

Magazzini De Bijenkorf

Il più importante e lussuoso centro commerciale di Amsterdam: 5 piani in cui poter acquistare di tutto, dall’abbigliamento ai giochi per bambini, dai gioielli agli articoli da regalo. In cima all’edificio si trova inoltre una splendida terrazza panoramica.

Informazioni Utili:
  • 📍 Dam 1, 1012 JS Amsterdam, Paesi Bassi
  • 💰 Ingresso gratuito
  • ⏰  Tutti i giorni 10.00-21.00

Madame Tussauds

Fondato nel 1970, è stato il primo Madame Tussauds ad essere aperto nell’Europa continentale, oltre ad essere la prima filiale estera dell’istituzione britannica.

Informazioni Utili:
  • 📍 Dam 20, 1012 NP Amsterdam, Paesi Bassi
  • 💰 da 19.50€ (online)
  • ⏰  Tutti i giorni 10.00-20.00 | Da luglio a Settembre fino alle 21.30
  • 🌐 Sito Ufficiale
amsterdam cosa fare cosa vedere

Vondelpark

Siamo nel 1864 quando alcuni illustri cittadini decidono di acquistare alcuni ettari di terreno nel centro di Amsterdam con lo scopo di costruire un nuovo parco per passeggiare a cavallo e trascorrere il tempo libero.

L’anno successivo viene collocata qui una statua dedicata al poeta Joost van den Vondel e da questo momento in poi i cittadini iniziano a chiamare il parco “Vondelpark”. Poco tempo dopo il parco viene donato alla città di Amsterdam e aperto al pubblico.

Informazioni Utili
  • 📍 Vondelpark, Amsterdam, Paesi Bassi
  • ⏰ 24h/24
  • Ⓜ️ Tram n° 1, 2, 3

Museumplein ad Amsterdam

Nel quartiere dei musei, in un’ambientazione davvero romantica, si trova la Museumplein, una grande piazza composta da un bellissimo parco e circondata da tre importanti musei: il Rijkmuseum, il Van Gogh Museum e il Stedelijk Museum

Rijkmuseum

Il Rijkmuseum è il museo nazionale dei Paesi Bassi ed ospita un’eccellente panoramica sull’arte olandese: Rembrandt, Vermeer e Van Gogh sono solo alcuni degli artisti di cui si possono ammirare le opere.

Informazioni Utili:
  • 📍 Museumstraat 1, 1071 XX Amsterdam, Paesi Bassi
  • 💰 20€
  • ⏰ Tutti i giorni dalle 9.00 alle 17.00 
  • Ⓜ️ Tram n° 2, 5 e 12
  • 🌐 Sito Ufficiale

Stedelijk Museum

Lo Stedelijk Museum vanta una delle più importanti collezioni al mondo di arte e design moderno e contemporaneo. Le collezioni sono incentrate su movimenti come Bauhaus, espressionismo astratto, pop-art, arte minimale e concettuale.

Informazioni Utili:
  • 📍 Museumplein 10, 1071 DJ Amsterdam, Paesi Bassi –
  • 💰 Da 18.50€
  • ⏰ Tutti i giorni 10:00-18:00. Venerdì 10:00-22:00
  • Ⓜ️ Tram n° 2 o 12 fermata “Van Baerlestraat” | Metro 52, fermata “De Pijp”
  • 🌐 Sito Ufficiale

Van Gogh Museum

Qui lo dico e qui lo confermo: tra tutti i musei di Amsterdam, il Van Gogh Museum è quello che mi ha più affascinata. Grazie all’audio guida, è possibile ripercorrere la vita dell’artista olandese, i disturbi mentali e la sua genialità.

Il museo ospita la più grande collezione mondiale di opere di Van Gogh, tra cui dipinti, acquerelli, schizzi e lettere che scambiava con i suoi amici pittori, in particolare Claude Monet e Paul Gauguin.

Informazioni Utili:
  • 📍 Museumplein 6, 1071 DJ Amsterdam, Paesi Bassi
  • 💰 19€
  • ⏰ tutti i giorni dalle 9:00 alle 19:00. Il venerdì fino alle 21:00
  • Ⓜ️ Tram n° 2, 5 e 12 | Autobus n° 347, 357
  • 🌐 Sito Ufficiale
amsterdam cosa fare cosa vedere
van gogh museum

Leidsplein

La Leidsplein è una delle piazze principali di Amsterdam ed è il fulcro della vita notturna, per questo soprannominata “Piazza del guazzabuglio”. Il suo nome è dovuto alla Leidsepoort, la porta cittadina che costituiva la fine della strada principale che da Leiden portava ad Amsterdam.

Tra il Medioevo e il XVII secolo, la piazza viene utilizzata come parcheggio per le carrozze ed è un punto di sosta per i cavalli. Alla fine del XIX secolo, grazie alla costruzione dell’American Hotel, si trasforma in un luogo di perdizione e divertimento.

Di giorno la Leidseplein è animata da artisti di strada, musicisti, giocolieri e mangiafuoco. Al calar del sole, amsterdammers e turisti si riversano nei numerosi locali che si trovano nella piazza: birrerie, discoteche, coffee-shop, caffè all’aperto eccetera.

Informazioni Utili
  • 📍 Leidseplein, 1017 PT Amsterdam, Paesi Bassi
  • Ⓜ️ Tram n° 2, 12, 7

Il Red Light District

Il Red Light District è il quartiere a luci rosse di Amsterdam, conosciuto anche come De Wallen. Un concentrato di prostituzione, coffeeshop e locali per adulti, ma anche di chiese gotiche, eleganti edifici residenziali e musei.

Ad un certo punto della storia, intorno al 1300, Amsterdam si trasforma da piccolo villaggio di pescatori a grande città portuale. E si sa, ogni nuova città che fiorisce, porta con se la formazione di quartieri dedicati alle stravaganze, al piacere e allo sbando, soprattutto quando ci sono in giro i marinai.

Possiamo quindi dire che la prostituzione ad Amsterdam nasce insieme alla città stessa. Le “signorine” iniziano a frequentare il porto per cercare di prendere all’amo qualche pesce con le tasche piene di denari. Esse si aggirano tra i vicoli bui portando con se lanterne che sprigionano una fioca luce rossa, che le rende spettrali ed affascinanti.

Quasi contemporaneamente spuntano locali d’intrattenimento, bar per adulti e bordelli. Sebbene illegale, la prostituzione è concessa, purché rimanga celata agli occhi della gente.

amsterdam cosa fare cosa vedere

Nel 1810 avviene la legalizzazione. Le ragazze, di tutte le etnie e nazionalità, attirano i clienti mettendosi in mostra dietro a delle vere e proprie vetrine, illuminate da quella stessa luce rossa che, nel linguaggio universale, indica la presenza di una prostituta o di un bordello.

Oggi il Red Light District di Amsterdam è uno dei luoghi più visitati della capitale olandese. Qui si trova anche l’Erotic Museum, il Sex Museum e il Condom Shop, oltre a coffeeshop (come il The Bulldog), sexyshop, locali d’intrattenimento e quant’altro.

amsterdam cosa fare cosa vedere
bulldog
Informazioni Utili:
  • 📍 De Wallen, Amsterdam
  • 💰 Ingresso gratuito
  • ⏰ 24h/24h
  • Ⓜ️ Niewmarkt Metro Station e Rokin

Bloemenmarkt: il mercato galleggiante dei fiori

Nel 1862, i mercanti di fiori navigano lungo le acque del canale Singel con le proprie chiatte per trasportare i fiori dalla periferia al centro città. Il viaggio è un’ottima scusa per mostrare la bellezza dei fiori, che hanno colori vivaci e luminosi, ai possibili acquirenti a spasso per le vie della città.

Le chiatte si posizionano poi lungo il canale Singel, tra Muntplein e Koiningsplein, una dopo l’altra, dando vita al primo ed unico mercato galleggiante di fiori in Europa.

Un’esplosione di tulipani profumati, narcisi colorati, piante rare e bulbi di ogni tipo.

amsterdam cosa fare cosa vedere
Informazioni Utili:
  • 📍 Singel, 1012 DH Amsterdam, Paesi Bassi
  • 💰 Ingresso gratuito
  • ⏰ Lunedì-Sabato dalle 09.00 alle 17.30|Domenica dalle 11.00 alle 17.30
  • Ⓜ️ Waterlooplein (950m) e Rokin (600m)
amsterdam cosa fare cosa vedere

La casa di Anna Frank

Conosciamo tutti la triste storia di Anna Frank, una bambina ebrea costretta a nascondersi insieme alla sua famiglia per sfuggire alle barbarie del nazismo durante la Seconda Guerra Mondiale.

La “casa” di Anna Frank è in realtà un rifugio che si trovava in un’area inutilizzata della ditta di Otto Frank, padre della bambina. L’ingresso era nascosto da una libreria girevole ed è stata la “casa” della famiglia Frank per ben due anni, finche un traditore (ancora ignoto) non ha causato l’irruzione dei tedeschi e la conseguente deportazione di tutti gli abitanti della casa.

Oggi è possibile visitare il rifugio dove Anna ha scritto il suo diario, quello in cui racconta le avversità, la paura di essere scoperti, la fame, la tristezza. Quello stesso diario che ha commosso intere generazioni e intere nazioni.

Informazioni Utili:
  • 📍 Westermarkt 20, 1016 GV Amsterdam, Paesi Bassi
  • 💰 14€
  • ⏰  1/04 – 31/10: 9-22 | 1/11 -31/03: 9-19 – Sab. fino alle 21.
  • Ⓜ️ Tram n° 13, 14, 17 | Autobus n° 170, 172, 174
  • 🌐 Sito Ufficiale

Cosa vedere nei dintorni di Amsterdam

Zaanse Schans

A poca distanza da Amsterdam e facilmente raggiungibile in treno o in autobus, c’è Zaanse Schans. Un villaggio che nel XVIII contava circa 700 mulini ed era un sito industriale importantissimo per l’Olanda. Qui venivano prodotte spezie, farina, carta, mostarda, cacao, cemento, olio e molto altro ancora.

Rotterdam

Io e le mie amiche abbiamo prenotato il volo Roma-Rotterdam, spostandoci poi verso Amsterdam in treno. Abbiamo quindi potuto dare un’occhiata a questa bella città. Abbiamo mangiato nel modernissimo mercato coperto e fatto un giro veloce delle vie principali. Una giornata è più che sufficiente per poterla esplorare!

amsterdam cosa fare cosa vedere

Come previsto, il cielo è stato grigio per tutta la durata del viaggio, ma è riuscito a rendere la città ancora più affascinante e far risaltare l’arancione e il marrone dei mattoncini delle case.

Spero che questo articolo possa esserti utile nell’organizzazione del tuo viaggio ad Amsterdam. Se hai qualche consiglio per me o per gli altri su questa splendida città, ti aspetto nei commenti qui sotto!

More from Giorgia
La limonaia più a nord del mondo è a Limone
Il profumo dei limoni, l’arancione dei mandarini, le travi in legno e...
Read More
Join the Conversation

8 Comments

  1. says: Marina

    Amsterdam è bellissima e piena di cose da vedere, un fine settimana è davvero poco per conoscerla, ma meglio di niente! Personalmente eviterei il quartiere a luci rosse, che mi ha messo davvero tristezza, non tanto per chi ci lavora, ma per chi cerca una trasgressione quando ormai di trasgressivo non c’è molto.

  2. says: Federica

    Di Singel ne ho sentito parlare tanto in tanto libri letti ma non sapevo ci fossero anche così tanti altri canali. Devo andare ad Amsterdam a fare un weekend come te non appena tutto questo cessa e il tuo post mi sarà utile x thanks

  3. Mi hai dato un sacco di spunti per quando andrò a visitare Amsterdam. È una città che mi ha sempre incuriosito, soprattutto per i suoi canali e per il mercato dei fiori. Una tappa da non perdere è sicuramente la casa di Anna Frank…

  4. Sono stata ad Amsterdam due volte, facendo due esperienze completamente diverse. La prima con i miei genitori, che ho adorato perché era estate e c’era bel tempo. La seconda con gli amici, che mi ha suscitato emozioni contrastanti. Era inverno, pioveva e faceva freddo, ne eravamo in troppi e con troppe esigenze da soddisfare. Però mi sono divertita.

  5. says: Stefania

    Ti faccio i miei complimenti per il fantastico articolo che hai scritto… mi hai fatto sognare e desiderare ancor di più questo viaggio! Amsterdam è una città che ancora mi manca ma che ho in lista da molto tempo. L’unico museo che visiterei è quello di Van Gogh ma per tutto il resto prenderò alla lettera i tuoi consigli 😉

    1. says: Giorgia

      Guarda, se devo essere sincera, è l’unico che mi è piaciuto davvero tanto. Ti consiglio di prendere l’audio guida perchè rende tutto molto più interessante. E grazie mille per i tuoi complimenti, mi fanno super piacere!

  6. Anche durante il mio viaggio ad Amsterdam il cielo è stato grigio per la maggior parte del tempo, e l’ultimo giorno ha anche nevicato (a fine aprile). Non è nella top five delle mie città preferite, ma devo dire che ci tornerei volentieri per qualche giorno perché ho dedicato pochissimo tempo ai musei.

  7. says: Eliana

    Dovevo visitare Amsterdam questa estate ma alla fine ho rimandato per la pandemia e non solo. Il tuo articolo mi ha ispirato molto e grazie a te ho conosciuto anche alcuni luoghi che non avevo preso in considerazione quando avevo pianificato il viaggio!

Leave a comment
Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *