I mulini a vento di Zaanse Schans

Ricordo perfettamente la sensazione che ho provato quando sono arrivata a Zaanse Schans, una piccola e caratteristica comunità che sembra uscita da una fiaba dei fratelli Grimm. Ero affascinata da questi grandi e colorati mulini a vento, dalle botteghe che vendono prodotti tipici e dalle casette in legno con il tetto a spiovente.

Zaanse Schans Olanda

E’ settembre, l’aria è ancora calda, il sole tarda a tramontare e le città sono meno affollate dai turisti che lentamente tornano nelle proprie case e ai propri lavori dopo aver trascorso le tanto agognate ferie estive. Io e le mie amiche, invece, abbiamo ancora qualche giorno a nostra disposizione, così prenotiamo volo e hotel ad Amsterdam e partiamo alla scoperta di questa bellissima città olandese.

Visitiamo il museo di Van Gogh, ci facciamo fotografare con la famosa scritta “I Amsterdam”, beviamo una Heineken, andiamo alla scoperta del quartiere a luci rosse, partecipiamo casualmente al Gay Pride e veniamo quasi investite da una delle millemila biciclette che affollano i marciapiedi.

Poi, il penultimo giorno di vacanza, decidiamo di andare a vedere Zaanse Schans, di cui ci hanno tanto parlato e che, ci dicono, sia un luogo da non perdere. Così prendiamo il bus 91 e in 40 minuti siamo li.

Zaanse Schans Olanda

Dal vetro del finestrino iniziamo a vedere in lontananza i primi mulini a vento. Se ne stanno lì, tra i nuvoloni grigi del cielo e il verde acceso dei campi, con le grandi pale che vengono mosse dal soffio del vento.

Subito respiriamo l’aria di tranquillità che c’è nei villaggi contadini, dove tutto scorre lento e silenzioso. La natura che ci circonda è rigogliosa e gli unici rumori che sentiamo sono quelli delle “koeienboot” , barchette un tempo destinate al trasporto delle mucche e che, ancora oggi, attraversano il fiume Zaan piene di turisti.

Zaanse Schans Olanda
Zaanse Schans Olanda

Zaanse Schans: pillole di storia

Nel XVIII secolo questo villaggio contava circa 700 mulini ed era un sito industriale importantissimo per l’Olanda. Qui venivano prodotte spezie, farina, carta, mostarda, cacao, cemento, olio e molto altro ancora. Praticamente ognuno aveva il proprio mulino e si dedicava alla lavorazione di un prodotto, senza doversi preoccupare che il vicino gli facesse concorrenza.

Nel 900 i motori a vapore sostituirono in breve tempo i mulini, che andarono pian piano scomparendo. Per tutelare il patrimonio culturale che i mulini a vento costituiscono per il Paese, nel 1925 un’associazione decise di salvarli e renderli accessibili e visitabili.

Grazie a questa iniziativa e ai tantissimi volontari che la mantengono viva, abbiamo potuto visitare i mulini e vedere com’era la lavorazione di alcuni prodotti che arrivano tutti i giorni sulle nostre tavole, come ad esempio l’olio.

Zaanse Schans Olanda
Zaanse Schans Olanda

Non solo mulini…

A Zaanse Schans non ci sono soltanto questi giganti dalle braccia rotanti, ma anche caratteristiche botteghe in cui lavorano artigiani dalle mani sapienti. Le principali attività sono:

  • The Catharina Hoeve Cheese Farm, un caseificio in cui viene prodotto il Gouda
  • Clog Workshop, dove vengono prodotti i famosi zoccoli in legno
  • Zaans Gedaan/CocoaLab, una fabbrica di cioccolato
  • Liqueur distillery de Tweekoppige Phoenix, una distilleria di liquori

Attraversare i caratteristici ponticelli in legno, infilare i piedi nei famosissimi zoccoli di legno olandesi, entrare in un antico mulino a vento e assaggiare qualche prelibatezza locale è stata un’esperienza indimenticabile.

Informazioni Utili

🌐Sito Ufficiale
🚌Amsterdam Central – bus 91
40′ di viaggio – biglietto 5€ a tratta
🚂Amsterdam Central – Treno per Uitgeest e scendere a Koog-Zaandijk
30′ di viaggio – biglietto 4.60 €
💰Ingresso al villaggio di Zaanse Schans GRATIS
💰Ingresso ai mulini circa 2.50 €

4 Comments

  • Purtroppo sono stata ad Amsterdam solo per tre giorni, quindi ho dovuto rinunciare a vedere Zaanse Schans. Se avessi avuto anche solo mezza giornata in più a disposizione non me lo sarei persa per niente, anche perché avevo visto un posto simile da piccola – Kinderdijk – e mi piacerebbe vedere un villaggio simile. La prossima volta!

  • Il tuo racconto mi ha riportato indietro a Settembre, quando ho trascorso una bella giornata nella tranquilla Zaanse Schans. E’ una tappa che consiglio anche io, così vicina ad Amsterdam ma con un’atmosfera tutta sua. In fondo, chi sa resistere al fascino dei mulini a vento?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *