La vera storia delle porte colorate di Dublino

Tutti (ma proprio tutti) sanno che Dublino è la patria delle porte colorate. Ma quale storia si nasconde dietro questa tradizione tutta irlandese? Se ti sei posto questa domanda almeno una volta nella vita, allora sei nel posto giusto!

La leggenda delle porte colorate di Dublino

I protagonisti di questa storia sono due scrittori ubriaconi, egocentrici ed irriverenti, tali George Moore e Oliver St John Gogarty. I due artisti vivono in Ely Place, vicino a Merrion Square, in due palazzi adiacenti.

Se sei già stato a Dublino, sicuramente avrai notato che le facciate delle abitazioni sono praticamente tutte uguali: in stile georgiano, con i mattoncini a vista.

Porte colorate Dublino

Questo non va sicuramente a favore dei nostri due amici, che amano trascorrere le serate al Pub a tracannare Guinness, non trovi?

Beh, a quanto pare Gogarty (che sembra essere il più ubriacone dei due), è solito entrare nella casa sbagliata, svegliando il collega a tutte le ore della notte. Questo fa talmente arrabbiare Moore che, un giorno, decide di dipingere la porta di casa sua di un bel verde intenso.

Offeso e indignato per tale oltraggio, Gogarty dipinge la sua di un rosso fiammante.

Da quel momento, tutte le porte d’ingresso di Dublino hanno iniziato a tingersi delle tinte più disparate: rosa shocking, giallo canarino, nero, bluette eccetera.

Ma qual’è la vera storia?

Per quanto io ami le leggende, all’inizio di questo articolo ho promesso di raccontarti la vera storia delle porte colorate di Dublino. E così sia.

Durante l’epoca georgiana, nella città di Dublino spuntano eleganti palazzi con i mattoncini a vista, il cui colore oscilla tra il marroncino e l’arancione chiaro.

Le regole architettoniche di questo periodo sono molto rigide e non permettono ai proprietari di sfogare il proprio estro. Viene però concesso agli abitanti delle residenze di dipingere la porta d’ingresso del colore che più amano.

Porte colorate Dublino

Le porte colorate sono oggi un simbolo di benvenuto nella capitale irlandese e il più famoso simbolo distintivo dell’età georgiana.

Durante il mio viaggio “on the road” in Irlanda ho potuto vedere che questa coloratissima tradizione si è diffusa anche in periferia e nelle case di campagna, così che le porte colorate sono non solo il simbolo di Dublino, ma dell’intera Isola di Smeraldo.

Porte colorate Dublino

Informazioni Utili

📍 Dove trovare le più belle porte colorate a Dublino

  • Leeson Street
  • Merrion Square
  • Montjoy Square
  • Baggot Street

More from Giorgia
Il Ross Castle nel Killarney National Park
Sulla sponda di un grande lago blu sorge un antico castello medievale...
Read More
Join the Conversation

24 Comments

  1. says: Beatrice

    Adoro le porte colorate di Dublino! ci avevo fatto caso ma non conoscevo l’origine della tradizione. un motivo in più per amare gli irlandesi, che in un certo senso hanno fatto un apiccola ribellione. bravi!

  2. says: valeria

    Non sono mai stata a Dublino ma spero di riuscirla a visitare a breve (incrocio le dita :D).
    Simpatica la leggenda delle porte colorate, diciamo che la preferisco alla storia ufficiale!

  3. says: ANTONELLA

    Trovo molto divertente la storia dei due amici che amavano alzare il gomito tanto da non riconoscere la porta di casa! In realtà i colori delle porte di Dublino, anzi dovrei dire dell’Irlanda, riflettono l’animo allegro degli abitanti.

  4. says: paola

    Conoscevo la simpatica leggenda, ma non la vera storia. Le porte di Dublino sono molto caratteristiche e l’idea che fossero colorate per trovarle più facilmente da ubriachi un po’ le sviliva. La libera espressione di colore è un motivo più elegante.

  5. Articolo perfetto per me che adoro le porte colorate e le fotografo ovunque ne incontri una! Non sarà la realtà, ma la leggenda dei due ubriaconi è molto carina! Mi sembra che tu abbia cambiato la veste del tuo blog: davvero carino!

  6. Se penso che avevo in programma un viaggio a Dublino (e a Belfast) la scorsa primavera mi viene una tristezza immensa… Meglio non pensarci, quindi è decisamente meglio immaginare i due scrittori che alzano il gomito. Sai che ero convinta che questa fosse la vera storia delle porte colorate? In effetti la questione delle regole architettoniche molto rigide è più credibile 😉

  7. says: Erminia

    Non cono ancora stata a Dublino e sono anni che dico di voler andarci. Non conoscevo quindi questa tradizione delle porte colorate. Mi piace più la leggenda della storia vera hahahah! Però, è da dire che nella rigidità architettonica dell’era georgiana, questo tocco colorato ha dato un valore aggiunto alla città

  8. says: Stefania

    Beh devo dire che trovo molto più bella e divertente la leggenda 😜 purtroppo non sono ancora stata a Dublino ma fa parte della mia lista dei desideri travel 😉

  9. says: Veronica

    Avevo letto prima la caption sul tuo Instagram e poi sono venuta a curiosare anche sul tuo blog. Quanta voglia di andare a Dublino mi hai messo, tra l’altro così vicina a me. Quando sarà possibile viaggiare, sicuramente l’Irlanda è uno dei primi posti che vorrò visitare.

  10. Nei nostri viaggi la nostra macchina fotografica si riempie sempre di istantanee che catturano porte colorate o particolarmente lavorate come a Malta, Londra o Zanzibar!
    Dublino ci manca come tappa e dopo questo articolo guarderemo queste porte con maggiore “consapevolezze” grazie alla storia da te raccontata!

  11. says: Roberta

    Super interessante questo articolo Giorgia. Devo dire che quando sono stata a Dublino avevo notato tutte queste porte colorate ma non mi ero informata bene sulla loro storia, quindi grazie!

  12. says: Marta

    Andare in Irlanda è uno dei miei sogni, che prima o poi spero di realizzare, anche io vorrei visitarla on the road!
    E passando da Dublino, quando vedrò le porte colorate saprò la storia che ci sta dietro, grazie a te!

  13. says: Sara

    Non sono mai stata a Dublino, ma questo articolo mi ha davvero incuriosita tanto! Ora non mi rimane che prendere un aereo appena sarà possibile e toccare con mano queste simpaticissime porte colorate!

Leave a comment
Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *