Vieste | La leggenda della Scalinata dell’Amore

Vieste scalinata dell'amore

Durante il nostro On The Road in Puglia siamo approdati a Vieste, una deliziosa cittadina marittima famosa per le sue grotte nascoste, il caratteristico centro storico ma, soprattutto, per la Scalinata dell’Amore e la leggenda a cui questa è legata.

Sono sicura che anche a te, almeno una volta, è capitato di vedere una foto della scalinata di Vieste su Instagram o Facebook. Effettivamente è un luogo super instagrammabile e preso d’assalto dai turisti. Motivo per cui, io e Federico, siamo andati a vederla di buon mattino. Che furbastri eh!?

Ma scopriamo insieme qualcosa in più sulla scalinata e sulla leggenda che la avvolge.

La Leggenda della Scalinata dell’Amore di Vieste

La leggenda di Pizzomunno e Cristalda.

C’era una volta a Vieste, un piccolo villaggio di pescatori posto sulla costa del Mar Adriatico, un giovane ragazzo di nome Pizzomunno. Nello stesso villaggio viveva una bellissima fanciulla dai capelli lunghi e dorati. Il suo nome era Cristalda. I due erano felici ed innamorati come nessuno prima di loro e nulla sembrava poter rovinare la loro storia.

Ogni giorno Pizzomunno prendeva la sua barca e affrontava il mare per andare a pesca. Il suo volto era talmente bello da suscitare l’interesse e l’ammirazione delle sirene, che gli intonavano i canti più dolci. Queste erano talmente innamorate di Pizzomunno da volerlo tutto per loro, così gli offrirono l’immortalità se lui fosse divenuto il loro Re ed amante.

Ma Pizzomunno aveva occhi solo per la sua splendida Cristalda, che ogni giorno lo aspettava al piccolo porticciolo del villaggio. Una sera, però, le sirene furono colte da un improvviso raptus di gelosia e trascinarono la fanciulla negli abissi più profondi del mare. Il giovane, in preda alla disperazione, cercò di salvarla in tutti i modi, ma non riuscì a riportarla indietro.

La mattina seguente, i pescatori trovarono Pizzomunno su uno scoglio in riva al mare, pietrificato dal dolore. Quello stesso scoglio che porta il suo nome.

Ancora oggi, ogni cento anni, Cristalda torna in superficie per trascorrere una sola notte in compagnia del suo antico e profondo amore.

pizzomunno vieste puglia

La leggenda e la canzone di Max Gazzè

Nel 2018, Max Gazzè canta sul palco di Sanremo “La leggenda di Cristalda e Pizzomunno”, portando nelle menti e nei cuori della gente la struggente storia d’amore di questi due giovani amanti. Il testo della canzone viene successivamente ripreso e dipinto su una delle scalinate del centro storico di Vieste, in occasione della 1° Vieste in Love.

Quest’ultima è un’iniziativa del Comune di Vieste, che vuole trasformare la patria di Pizzomunno e Cristalda nella città dell’amore eterno.

Il testo della canzone

Tu che ora non temi, Ignorane il canto
Quel coro ammaliante che irrompe alla mente
E per quanto mulini le braccia oramai non potrai far più niente
Ma se ti rilassi e abbandoni il tuo viso a un lunghissimo sonno..

O mio Pizzomunno, tu guarda quell’onda beffarda che affonda il tuo amore indifeso
Io ti resterò per la vita fedele e, se fossero pochi, anche altri cent’anni!
Così addolcirai gli inganni delle tue sirene

Cristalda era bella e lui da lontano poteva vederla ancora così, non la mano protesa e forse una lacrima scesa nel vento
Fu solo un momento, poi lui sparì al largo e lei in casa cantando…

Neppure il sospetto che intanto, da sotto, la loro vendetta ed il loro lamento! Perché poveretta, già avevano in cuore i muscoli tesi del bel pescatore

E all’ennesimo suo rifiuto, un giorno fu punito!
E allora dal mare salirono insieme alle spiagge di Vieste
Malvage Sirene…
Qualcuno le ha viste portare nel fondo Cristalda in catene
E quando le urla raggiunsero il cielo, lui impazzì davvero provando a salvarla, perché più non c’era…

E quell’ira accecante lo fermò per sempre.
E così la gente lo ammira da allora, gigante di bianco calcare
Che aspetta tuttora il suo amore rapito e mai più tornato

Ma io ti aspetterò, fosse anche per cent’anni aspetterò.
Si dice che adesso, e non sia leggenda,
In un’alba d’agosto, la bella Cristalda risalga dall’onda
A vivere ancora una storia stupenda.

vieste puglia

Il Pizzomunno di Vieste

A ridosso della città e ai piedi del Castello Svevo, si erge possente e maestoso il Pizzomunno di Vieste. Si tratta di un grande monolite di pietra calcarea, alto circa 25 metri, divenuto ormai simbolo indiscusso della splendida cittadina pugliese.

Secondo la storia, è proprio questo il luogo in cui venne ritrovato il giovane Pizzomunno, pietrificato dal dolore. Ed è proprio per questo che al solitario scoglio è stato dato il nome del giovane protagonista della leggenda della Scalinata dell’Amore

La spiaggia in cui si trova viene chiamata “Spiaggia del Pizzomunno”, “Scialara” o “Spiaggia del castello” ed è la più vicina al centro storico di Vieste.

pizzomunno vieste puglia

Cosa fare una volta raggiunta la Scalinata dell’Amore di Vieste

Bene, ora che conosci la leggenda della Scalinata dell’Amore di Vieste, ti dico cosa devi fare.
La leggenda vuole che, salendo la scalinata in coppia e tenendosi per mano, sarai sempre legato alla persona amata. Niente di più facile quindi, devi solo percorrere la scalinata mano nella mano con l’amore della tua vita.

Io trovo che la leggenda della Scalinata dell’Amore di Vieste sia davvero meravigliosa e romantica e che la città sia realmente la patria dell’amore eterno, grazie alle storie popolari e agli artisti come Max Gazzè, che con le loro parole riescono a commuoverci e toccare le corde più profonde delle nostre anime.

Noi lo abbiamo fatto, e voi?

Informazioni Utili

📍La Scalinata: Via Petrone Deputato, 13, 71019 Vieste FG
📍Il Pizzomunno: Spiaggia Della Scialara, Vieste FG
💰GRATIS (entrambe le attrazioni)
24/h (entrambe le attrazioni)
More from Giorgia
10 cose da vedere in provincia di Viterbo
Lazio non è solo la “Roma eterna”, ma significa anche campagne rigogliose,...
Read More
Join the Conversation

17 Comments

  1. says: ANTONELLA

    Conoscevo la leggenda di questo triste amore ma non avevo idea che a Vieste ci fosse una scalinata così romantica. Bella l’idea di valorizzare la scalinata con i versi della canzone, tra l’altro molto poetica, di Gazzé.

  2. says: Teresa

    Sono stata a Vieste tantissimi anni fa e peraltro piuttosto di corsa, di conseguenza ho dei ricordi molto vaghi. Per esempio la scalinata di cui parli nel tuo articolo non me la ricordo proprio.

  3. says: Sara

    Noi viviamo sul Gargano e conosciamo bene la scalinata e la romanticissima leggenda di Cristalda e Pizzomunno. Davvero carina, così come la canzone di Max Gazzè, una vera e propria poesia…

  4. says: valeria

    Ho amato la canzone di Max Gazzè! LA leggenda cantata è a dir poco struggente. A Napoli abbiamo un vicolo interamente dedicato all’amore, un pò come la scalinata di Vieste 😉

  5. Sono stata in Puglia anno scorso, ho girato parecchio ma non conoscevo Vieste. Ad essere sincera non l’avevo mai vista questa scalinata ma dopo aver letto il tuo articolo e visto le foto/video ora voglio assolutamente andarci *-*

    La storia dei due innamorati è bellissima e adoro questo tipo di racconto! Grazie per averlo condiviso!

  6. says: Marta

    Ho scoperto questa bellissima storia d’amore grazie alla canzone di Max Gazzè! ❤

    Grazie per averci raccontato qualcosa in più di questa località!! Mi piacerebbe tanto visitare la Puglia, è una di quelle regioni d’Italia che conosco meno.

  7. says: paola

    Conoscevo questa bellissima leggenda. Romantica e piena di fascino come Vieste, che trovo incantevole. La scalinata è un must per chi capita in zona. E capitarci è una vera fortuna!

  8. says: Arianna

    Ma che bello non conoscevo questa leggenda e la trovo molto romantica. Il luogo sì come dici tu, l’avevo visto su Instagram ma ora ho il quadro completo, grazie per le informazioni.

  9. says: Elena

    Conoscevo già la storia di Pizzomunno e Cristalda e nonostante sia stata a Vieste non ho mai visto la scalinata dell’amore. Bella anche la leggenda, semplice ma molto romantica.

  10. says: Raffaella

    Ammetto di non conoscere questa scalinata, nonostante sia stata a Vieste. Il tuo racconto mi ha coinvolto e mi ha fatto riflettere come da piccole cose (una leggenda, una canzone, un murales) possa nascere una spinta allo sviluppo turistico di un luogo.

  11. Non sono mai stata più a sud di Roma! Questa storia deve finire ahah!

    Comunque ottimi consigli, la Puglia sembra una regione bellissima e dalle mille scoperte!

    Non conoscevo ovviamente questa leggenda romantica. Mi appunto la scalinata dell’amore per il mio prossimo, spero prestissimo viaggio in Puglia! Dalla foto sembra molto bella 🙂

  12. La prima volta che abbiamo ascoltato la meravigliosa canzone di Max Gazzè avevamo immediatamente Googolato per informarci su questa leggenda e cos’ì facendo avevamo trovato le prime foto di questo meraviglioso angolo di Puglia!
    La scalinata è davvero molto carina!
    Articolo molto carino soprattutto utilissime le info finali!

  13. says: Stefania

    Non sono mai stata a Vieste ma la storia che hai raccontato mi ha ammaliato in maniera sorprendente 😍 mi ricorderò sicuramente di questa leggenda e quando mi troverò a Viesta mi toccherà percorrere la scalinata tanto instagrammata 😜

Leave a comment
Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *